sabato 10 novembre 2012

GIALLO AL PROCESSO ROSTAGNO


TrapaniUn proiettile calibro 38, trovato il 26 settembre 1988 a Lenzi, dove è stato assassinato il giornalista e sociologo Mauro Rostagno, è misteriosamente scomparso. Due scatoloni con il materiale balistico sono stati ricevuti dal tribunale privi di leggenda e di sigilli. I periti Emanuele Paniz e Santi Gatti, nominati dalla Corte d'Assise di Trapani di eseguire una superperizia balistica, hanno comunicato che nel plico ricevuto dal tribunale manca il proiettile già periziato dalla polizia scientifica. Gli avvocati Vito e Salvatore Galluffo, difensori di Vito Mazzara e del boss Vincenzo Virga, chiamati a rispondere dell’omicidio del sociologo, preannunciano che reclameranno dei chiarimenti. Si tratta del secondo reperto inspiegabilmente scomparso. Nei giorni scorsi, negli archivi, non si è trovata traccia di una videocassetta, acquisita negli anni Novanta dalla magistratura, contenente un’intervista rilasciata dall’ex brigatista Renato Curcio.