lunedì 12 novembre 2012

DUE VOLONTARI CONDANNATI PER OMICIDIO COLPOSO


Marsala - Sei mesi di reclusione per omicidio colposo, sono stati inflitti a Gaspare Colicchia, di 30 anni, e Piera Scimemi, di 36. Si tratta dei due volontari, dell’associazione pubblica assistenza “La Provvidenza” onlus di Marsala, accusati del decesso dell'80enne Anna Lepretti, dopo essere caduta dalla barella che era in loro consegna. Il fatto risale al 5 dicembre del 2004, quando l’anziana, ammalata di Alzahimer, ricoverata presso il poliambulatorio ex Inam di Marsala, viene prelevata e trasportata per essere sottoposta ad una visita medica, in vista dell’ottenimento  dell’invalidità civile. Dalla ricostruzione è emerso che, ad un tratto, la lettiga si sia leggermente inclinata e l’anziana signora è caduta al suolo, battendo violentemente il viso e provocandole una forte emorragia al naso. La rapidità del flusso sanguigno
nelle vie respiratorie ne ha inevitabilmente determinato il decesso. Ai due imputati è stata contestata l’imprudenza di non aver alzato le sponde laterali della lettiga e non aver utilizzato le cinture di sicurezza, per assicurare la stabilità della trasportata. Secondo il difensore dei due barellieri, l'avvocato Ignazio Bilardello, “la donna, piuttosto corpulenta, cadde perché, non riuscendo più a stare sdraiata sulla schiena, cercò di girarsi su un fianco”. Nella sentenza, emessa dal giudice Roberto Riggio, è stato disposto anche un risarcimento danni di ventimila euro da pagare ai figli della donna deceduta, Antonietta e Pietro Buffa, costituitisi parte civile.