mercoledì 14 novembre 2012

DALLA REGIONE UN PO' DI OSSIGENO PER I COMUNI SICILIANI E GLI ATO RIFIUTI


Palermo - La Regione sblocca i primi 95 milioni di euro per i Comuni, nell’ambito del progetto di ripianamento del buco da 500 milioni di euro creato nel sistema di gestione dei rifiuti. I fondi appena assegnati sono vincolati alla copertura dei debiti che gli enti locali hanno con gli Ato rifiuti. Le disposizioni sono contenute in una circolare regionale. Inoltre, per i Comuni disagiati sono stati ripartiti circa sei milioni di euro per risanamento dal dipartimento delle Autonomie locali. Il dirigente generale del dipartimento, Luciana Giammanco, ha firmato il decreto di riparto del contributo straordinario di sei milioni circa destinati agli enti locali che versano in particolari condizioni di disagio per l’attuazione di progetti di risanamento o di sviluppo economico
e sociale. Sono risorse del Fondo delle autonomie in favore dei Comuni per il 2010, che andranno a cofinanziare i progetti presentati dai Comuni e ritenuti ammissibili da una commissione tecnica. Il decreto e i relativi allegati saranno pubblicati sul sito internet dell’assessorato. Una parte dei progetti dovrà essere finanziata anche dai Comuni interessati. In particolare, sono in arrivo:
1.659.444 euro a 101 dei 108 comuni della provincia di Messina;
1.286.961 euro a 78 di 82 comuni della provincia di Palermo;
900.036 euro a 54 comuni dei 58 della provincia di Catania;
662.771 euro per 40 su 43 comuni della provincia di Agrigento;
387.568 euro a 23 su 24 comuni della provincia di Trapani;
354.814 euro a 21 dei 22 comuni della provincia di Caltanissetta;
272.828 euro a 17 comuni su 20 della provincia di Enna;
287.932 euro a 17 dei 21 comuni del Siracusano;
202.641 euro a tutti i 12 comuni della provincia di Ragusa.