giovedì 8 novembre 2012

CHIESTI 24 ANNI DI CONDANNA PER 6 DEI 14 CARABINIERI IMPUTATI

Pantelleria: Stazione Carabinieri

Marsala – Chiesti complessivamente ventiquattro anni di condanne per sei dei 14 carabinieri coinvolti nell’inchiesta sulle violenze che sarebbero state commesse, nel 2011, nella caserma di Pantelleria, su persone fermate per controlli. Le accuse a vario titolo contestate riguardano lesioni, sequestro di persona, falso in verbalizzazioni, omissione di atti d’ufficio e favoreggiamento. Per i sei imputati, che hanno scelto il rito abbreviato, il pm del Tribunale di Marsala, Antonella Trainito, ha chiesto la pena a 4 anni ciascuno. Il processo è stato istruito per il capitano Dario Solito, ex comandante della Compagnia di Marsala, accusato con gli altri militari di omessa denuncia, per i quali il magistrato ha chiesto il rinvio a giudizio. Per i sei imputati, i
marescialli Giuseppe Liccardi, all’epoca dei fatti comandante della stazione di Pantelleria, Claudio Milito, Luca Salerno, Lorenzo Bellanova, Rocco De Santis e Stefano Ferrante, ritenuti gli autori delle violenze, a conclusione dell’indagine, era già stato chiesto l’arresto, ma fu disposto il divieto di dimora a Pantelleria. Sulle richieste, il gup si pronuncerà il 29 novembre. L’indagine era stata avviata a seguito della denuncia di un cuoco marsalese, Vito Sammartano, che ha denunciato di essere stato malmenato in caserma dopo un fermo per essere sottoposto all’alcoltest. Nel corso dell’inchiesta, condotta dalla sezione di pg della Guardia di finanza della Procura di Marsala, sono emersi altri episodi simili. Ad oggi sono una decina le parti lese.