mercoledì 10 ottobre 2012

PROCESSO ROSTAGNO: L'EX BRIGATISTA NON SI PRESENTA


Trapani -  Salta, per la seconda volta consecutiva, l’audizione di Renato Curcio. L’ex brigatista, chiamato a deporre nell’ambito del processo per la morte di Mauro Rostagno, fa sapere di non volere venire. La corte ne dispone l’accompagnamento obbligatorio. E’ slittata al prossimo 7 novembre l’audizione di Renato Curcio. L’ex brigatista non s’è presentato ieri in aula non adducendo alcuna valida motivazione. La Corte d’Assise di Trapani, presieduta da Angelo Pellino, accogliendo la richiesta degli avvocati Vito e Salvatore Galluffo, difensori di Vito Mazzara, ne ha disposto l’accompagnamento coattivo per la prossima udienza. Il procedimento, a causa della concomitante assenza anche di tutti gli altri sette testi citati per ieri, è stato quindi rinviato al 7 novembre. Nella prossima udienza saranno sentiti, oltre a Renato Curcio, anche gli ultimi testi residui delle liste di parte civile e difesa. La trentaseiesima udienza che si è tenuta ieri segue quella dello scorso 26 settembre, che slittava per all’assenza del boss Vincenzo Virga, ritenuto il mandante dell’omicidio  del giornalista, per un’operazione alla tiroide. Si rimane in attesa, comunque, dell’esito della super perizia balistica, disposta dalla Corte d’Assise di Trapani, per stabilire il numero, la traiettoria e la sequenza dei colpi sparati contro Mauro Rostagno, quali armi e a che distanza  siano state utilizzate.