lunedì 24 settembre 2012

SCOPPIA LA STRANA COPPIA? CRISTALDI NON SI FIDA DI D'ALI'


Mazara del Vallo - Il sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi, chiede garanzie per la presentazione della lista alle Regionali del 28 ottobre. Cristaldi non si fida del senatore d’Alì.  Non vuole che sia lui a presentare la lista del Pdl per il collegio elettorale di Trapani. Attenzione alla presentazione delle liste. – allerta Cristaldi - Provvedano direttamente i coordinatori regionali a depositarle e non si deleghino i responsabili provinciali, almeno non lo si faccia a Trapani”. Lo chiede Nicola Cristaldi, attuale Sindaco di Mazara del Vallo, parlamentare per sei legislature e già presidente dell’Ars. “Si temono colpi di mano, cioè comportamenti non proprio in linea col mandato ricevuto dai vertici del partito - dichiara Cristaldi - e tutti ricordano il comportamento tenuto dal Senatore d’Alì in occasione delle ultime elezioni regionali quando il Pdl corse il serio rischio di non poter presentare la lista per mancanza di candidati che vennero a mancare all’ultimo momento. E quei candidati che scelsero di non candidarsi più o di approdare altrove stavano con d'Alì”. Cristaldi teme un colpo di mano. Rimanda alle manovre del 2008 quando la lista del Pdl trapanese rischiò seriamente di essere esclusa per la decisione del sen. d’Alì  di far fare un passo indietro ai suoi candidati al momento della presentazione della lista stessa, per “trombare” Giulia Adamo che dovette correre ai ripari cercando all’ultimo minuto un paio di candidati. Allora in lista venne inserito Barraco, quello dei famosi 35 voti ed anche l’autista. Cosa si teme adesso? Nulla. Perché non sarà d’Alì a presentare la lista del Pdl a Trapani, almeno mi auguro. La cosa fa un po’ rabbia - afferma Nicola Cristaldi - in quanto, in un vero partito, non si dovrebbe temere che proprio il capo faccia giochetti non proprio puliti”. Cristaldi ha criticato duramente il tentativo d’inserire nella lista del Pdl l’onorevole Paolo Ruggirello. Ha anche detto che se l’ex assessore provinciale Duilio Pecorella non dovesse raggiungere il seggio sarebbe necessario aprire una riflessione sulla permanenza all’interno del Pdl. La lista nel trapanese si va comunque definendo. Ne faranno parte Mimmo Fazio, probabile capolista, Peppe Parrino (Alcamo), gli ex assessori provinciali Cettina Spataro (Trapani), Paolo Ruggieri (Marsala) e Duilio Pecorella (Mazara del Vallo). Mentre la quota rosa, due candidate su sette, dovrebbe essere rispettata con una candidata che dovrebbe arrivare dalla Valle del Belice. Per quanto riguarda Ruggirello rimangono in piedi le due opzioni, lista Pdl o lista del candidato presidente Nello Musumeci, con la seconda opzione che ha forse qualche probabilità in più rispetto alla prima. “Pensiamo di doverci fidare almeno in questo del Senatore d’Alì anche se – conclude Cristaldi -  il suo comportamento in occasione del congresso provinciale del partito suona più di un campanello d’allarme. Fidarsi è bene ma non farlo è ancora meglio, visto il patrimonio non immobiliare che portiamo addosso”. Il 12 novembre 2010 a Catania in occasione della nomina dei coordinatori provinciali e comunali del Pdl, il co-coordinatore regionale Giuseppe Castiglione sulla nomina di  coordinatore provinciale di Trapani Cristaldi e suo vice d’Alì aveva dichiarato “Il Pdl finalmente si struttura e si organizza”. Ma sulla coppia Cristaldi - d’Alì alla guida del Pdl trapanese qualcuno aveva ipotizzato che  “non tutto sarà come prima alle prossime elezioni e non tutto sarà scontato, a cominciare da questa strana alleanza Cristaldi d’Alì”.