mercoledì 5 settembre 2012

ANNULLATA LA RIUNIONE STRAORDINARIA DI DOMANI DEL CONSIGLIO PROVINCIALE


<<ANNULLATA LA RIUNIONE STRAORDINARIA DI DOMANI DEL CONSIGLIO PROVINCIALE – DELIBERATA DAL COMMISSARO STRAORDINARIO L’ADESIONE AI NUOVI A.T.O. RIFIUTI – NOMINATI DALLA REGIONE DUE COMMISSARI STRAORDINARI PER LO STESSO ADEMPIMENTO>>


La riunione straordinaria del Consiglio Provinciale di Trapani prevista per domani mattina non avrà più luogo. Stamani infatti il Presidente Peppe Poma ne ha disposto l’immediato annullamento dopo avere ricevuto formale comunicazione che i provvedimenti all’ordine del giorno della seduta consiliare, vale a dire l’adesione della Provincia Regionale alle società consortili per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti (ATO n. 17 e n. 18 denominati, rispettivamente, Trapani Provincia Nord e Trapani Provincia Sud) ieri sera sono già stati adottati dal Commissario straordinario all’uopo nominato dalla Regione, Dott. Francesco Mannone, con D.A. n. 1382 del 24 agosto 2012. 



Quest’ultimo, come si ricorderà, aveva fissato in cinque giorni (decorrenti dal 28 agosto u.s.) il termine entro cui il Consiglio Provinciale avrebbe dovuto provvedere in quanto l’Amministrazione non aveva posto in essere i necessari adempimenti nel rispetto del termine perentorio di 30 giorni decorrente dalla pubblicazione nella G.U.R.S. del Decreto Presidenziale n.531 del 4 luglio 2012. 



A questo proposito, la Conferenza dei Capigruppo Consiliari, al termine della riunione tenuta il 29 agosto scorso, aveva giustamente precisato che per la mancata osservanza dei termini per gli adempimenti in questione nessuna responsabilità poteva essere addebitata al Consiglio Provinciale in quanto la Giunta, per la parte di propria competenza, ha provveduto soltanto con deliberazione n. 257 del 30 agosto 2012, inoltrata al Collegio dei Revisori dei Conti per il parere previsto dal Regolamento di contabilità e, per conoscenza, alla Presidenza del Consiglio, in data 31 agosto. 

Tutto ciò, nonostante l’urgente attivazione delle procedure per la convocazione del Consiglio Provinciale, che richiede comunque il rispetto dei tempi tecnici (5 giorni per l’esame da parte delle Commissioni di merito), non ha consentito di programmare la seduta straordinaria prima del 6 settembre. 

Nota di colore: nella giornata di lunedì scorso, al Presidente del Consiglio Provinciale, Poma, è stato notificato un altro decreto, il n. 1377, sempre dell’Assessore Regionale dell’Energia e Servizi di Pubblica Utilità del 24 agosto 2012 (ma il cui numero di protocollo è precedente rispetto a quello della nomina di Mannone) con cui, per la stessa finalità, era stato nominato un secondo Commissario straordinario, Giuseppe Maltese, il quale, a sua volta, con proprio provvedimento, aveva concesso all’aula 5 giorni di tempo per l’adesione alle succitate società consortili decorrenti però dal 3 settembre 2012!


                                                                                                L’UFFICIO STAMPA
                                                                                                        (S. Ingianni)

Nessun commento:

Posta un commento